MotoGP Silverstone 2016: la prima di Vinales

vinales silverstone 2016
Vinales vince la sua prima gara in MotoGP a Silverstone

Dopo la prima di ➡  Miller, la prima di ➡  Iannone e la prima di ➡  Crutchlow, a Silverstone è toccato al giovane talento della Suzuki, Maverick Vinales.

Un’altra bellissima gara dall’esito tutt’altro che scontato, iniziata purtroppo con un bruttissimo incidente che ha visto involti Paul Espargarò e Loriz Baz. Dopo una rovinosa carambola il pilota francese è rimasto fermo a terra  per qualche secondo in una posizione che mi ha ricordato immagini terribili. Poi fortunatamente le condizioni di entrambi i piloti non sono risultate gravi  :mrgreen: .

Alla seconda partenza Vinales è partito scattando in testa a tutti, posizione che ha mantenuto fino alla fine con un passo e una disinvoltura quasi imbarazzante per tutti gli altri, ma il bello avviene alle sue spalle tra Rossi, Marquez, Crutchlow e Iannone.

Non vi parlerò delle mie previsioni, perchè ho fatto il secondo “zero” della stagione, non ne ho imbroccato uno  😈  😛

1. Vinales

Per me è l’eterno sesto, qui a Silverstone invece ha colto la sua prima vittoria in MotoGP e la prima della Suzuki dopo 9 anni da quella di Vermeullen. Che Maverick fosse un talento lo si sapeva, oggi alla prima vera occasione concreta si è fatto trovare pronto, maturo e velocissimo  con una Suzuki ad altissimo livello. Bravo  :mrgreen: .

2. Cruchlow

“Adesso che hai un figlio, basta la moto vero?” Quante volte avete sentito questa frase tra noi comuni motociclisti. A Cruchlow invece la paternità ha fatto sicuramente bene; dopo la vittoria a Brno, qui nel suo gp di casa, ha realizzato la pole e conquistato il secondo posto in gara con una Honda decisamente performante. Papà maturo  :mrgreen:

3. Rossi

Garona. La Yamaha è sembrata la moto meno performante, cede a Marquez dopo una serie di sorpassi da cardiopalmo e alla fine porta a casa un terzo posto importante e recupera altri 3 punti sullo spagnolo. Non c’è niente da fare, Rossi in gara è sempre di una concretezza assoluta. Eterno  :mrgreen:

4. Marquez

Tutta questa gente che gli ha dato del ragioniere, e lui si deve essere offeso  🙂 . In gara fa 25 sorpassi, 2 lunghi e alla fine conclude quarto cedendo solo 3 punti a Rossi. Durante la gara quante mi sono detto “ma c@.o fai, stai su Rossi e basta cosa vai a rischiare ?”, invece lui negli ultimi 7/8 giri spegne il cervello e si ingarella con il pilota di Tavullia e i due ci regalano una serie di sorpassi e controsorpassi da brividi. La vince su Rossi, ma non è contento e vuole anche Cruchlow, il quale nella gara di casa è più apposto e non cede nulla. E così arriva l’errore di Marc, che per recuperare poi fa un’ultimo sorpasso a vita persa sul povero Pedrosa. Dalle mie parti si dice: sandrone  :mrgreen:

5. Pedrosa

Oramai non sà nemmeno lui se corre con il telaio 2015 e il motore 2016 o chissà quale altra combinazione. Sta di fatto che qui fa una bella  gara nelle posizioni di testa e arriva a meno di 2 secondi da Marquez. Positivo  :mrgreen:

6. Dovizioso

Acciaccato da un caduta nei giorni precedenti alla gara e da un’altra nelle qualifiche, alla fine ha portato a casa un discreto sesto posto che non è male viste la difficile situazione. Fiacco  😥
Come al solito dei due ducatisti non nè ho azzecato manco uno, Iannone poi non ne parliamo, l’avevo messo vincente ed è finito per terra.  🙁

 

All’appello manca Lorenzo, arrivato solo ottavo, un’altra gara inspiegabilmente opaca, a questo punto comincio a pensare che sia demotivato oltre che mezzo abbandonato da Yamaha.
Vedremo a Misano.  :mrgreen:

face-firma

 

Davide

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *