MotoGP Argentina 2016, Marquez c’è

Piegone di Marquez sul circuitoTermas de Rio Hondo
Piegone di Marquez sul circuito Termas de Rio Hondo

Prosegue la mia disamina, a rovescio 🙄 , delle gare della MotoGP, infatti l’analisi parte dal mio pronostico del sabato per arrivare alla graduatoria finale.
Che quest’anno fosse difficile per via della delle nuove gomme Michelin e della centralina unica è cosa nota, ma  sul circuito Termas de Rio Hondo è stato quasi un terno al lotto.
Prima a causa dell’asfalto sporco e scivoloso, poi per la pioggia, e, come se non bastasse, pure il cambio moto obbligatorio a metà gara… e poi ❓

1. Marquez

Beccato  ❗ il vincitore l’ho azzeccato, el cabroncito ha dominato tutti i turni di prove e in gara non ha commesso il minimo errore. La Honda non è bilanciata come Yamaha e Ducati (forse), ma si sta avvicinando velocemente, poi MM ci mette del suo per colmare il gap, e intanto dopo 2 gare è già in testa al mondiale con 8 punti su Rossi e 16 su Lorenzo .

2. Lorenzo

pensavo potesse arrivare tranquillamente a podio, nelle prove aveva il passo per stare con Marquez, invece il campione del mondo, al quinto giro, è andato per prati 😈 . Senza tante giustificazioni ha dichiarato l’errore in  seguito a una difficile partenza e ai successivi primi giri in evidente affanno. Quando il weekend non è perfetto come lui vorrebbe, Jorge sembra perdere quella lucidità e quella concentrazione necessarie a concretizzare un risultato utile.

3. Iannone

non c’è niente da fare, è più forte di me, lo guardo in pista, leggo i tempi e mi viene naturale mettere Andrea Iannone sul podio. La moto c’è, il passo c’è, il talento c’è…. però non bastano .. serve anche quella razionalità e freddezza che ti fanno fare la frenata giusta al momento giusto senza stendere un altro pilota all’ultima curva dell’ultimo giro, peggio ancora se è il tuo compagno di squadra 👿 . Ci aggiungiamo anche che per un presunto problema alla frizione a momenti fa filotto alla prima curva del primo giro. Si deve riscattare  ❗ .

4. Pedrosa

è arrivato terzo, grazie alle cadute dei due ducatisti.  Come ha ammesso lo stesso Pedrito, dopo aver evitato la caduta alla prima curva a causa di Iannone, lo stesso poi gli ha regalato il gradino più basso del podio. Il passo gara del pilota Honda non è ancora ai suoi livelli, speriamo che trovi presto il “bandolo della matassa”.

5. Dovizioso

dai tempi della classifica combinata mi sembrava in grado di lottare tra i primi, ma non a podio. Il cambio moto lo ha favorito ha approfittato delle scaramucce tra Rossi e Iannone per prendersi una seconda posizione meritatissima, poi ci ha pensato l’altro Andrea  🙄 .

6. Rossi

l’ho completamente sbagliato. Fino alla FP3 era in difficoltà ma  dalla FP4 in poi è stato sempre vicinissimo a Marquez e Lorenzo. Senza il cambio moto avrebbe potuto lottare per la vittoria, dopo, senza le cadute di Iannone, Dovizioso e Vinales rischiava di fare quinto. Boh ❗

 

Per concludere, in questo inizio di stagione chi ci azzecca è bravo o ha del culo, perchè scommettere su Laverty quarto bisogna essere del visionari  :mrgreen:

Ci vediamo dopo Austin  🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *