Comparativa pneumatici per Honda Crossrunner

A prescindere da quale moto avete, esiste sicuramente il relativo gruppo su Facebook.

A prescindere da quale gruppo Facebook siate iscritti, sono pronto a scommettere che almeno una volta la settimana viene pubblicato un post del tipo “che gomme mi consigliate ?”😁

E giù, decine di post ognuno con una gomma preferita diversa. 

Spesso è  pure inutile rispondere con elementi molto tecnici su mescole,  materiali e tecnologie, in quanto, purtroppo i gruppi facebook sono popolati anche da personaggi che faticano a identificare le dimensioni dei cerchi della moto che hanno in garage. Sigh 🙄🤦‍♂️

Alla fine della discussione chi ha lanciato il post ha ottenuto tutto l’elenco di possibili pneumatici e nessun vero consiglio.😢
E la settimana seguente ci risiamo daccapo.😒😊

Alla fine è giusto così, un vero consiglio non esiste, le gomme sono l’elemento più soggettivo della moto.
Le prove delle riviste specializzate possono darvi qualche indicazione in più, pur tenendo conto che l’attuale livello tecnico di tutti i pneumatici è talmente alto, che alla fine tutto si riduce a una questione di feeling e durata.

Per quanto riguarda la Honda Crossrunner 2015, di serie monta i Pirelli Scorpion Trail, gomma che di certo non è passata alla storia quanto con la sua discendente, la Scorpion Trail 2, decisamente di un altro livello.

Vista l’indole puramente stradale della crossover Honda, le gomme più gettonate sono le sport touring.

Io finora ho provato i 🔗 Pirelli Angel GT, i 🔗 Dunlop RoadSmart 3 e i  🔗Continental RoadAttack 3.


Il Pirelli Angel GT è il pneumatico di riferimento nel segmento sport touring, vincitore di svariate comparative giornalistiche, è una gran gomma, ulteriormente migliorata con il GT 2.

Le avevo già montate con soddisfazione sulla VFR 1200F e si sono confermate anche sulla Crossrunner.
Il feeling dell’anteriore è tipicamente Pirelli, l’impostazione di curva è molto rassicurante e precisa.
Nel misto sono molto neutre e non variano la dinamica della moto, pertanto se avete una ciclistica performante tanto meglio, mentre se avete un reparto sospensioni lacunoso come sulla Crossrunner, bhè, le Pirelli non lo migliorano e lo fanno lavorare parecchio.
Quanto sopra a causa di una carcassa che è sicuramente rigida che si percepisce anche in autostrada e/o viaggiando in coppia, quando inevitabilmente ne risente il comfort di marcia..

Si scaldano velocemente e rimangono in temperatura a lungo, non hanno alcun effetto stand up in frenata, si consumano uniformemente, sono assolutamente ottime sul bagnato e per finire ci ho percorso 8200 km. Cosa volete di più ?.
Forse non è la gomma idealtipo per la CR ma ci siamo vicini.


Descrivervi il comportamento del pneumatico sport touring di Dunlop, il RoadSmart 3, non è semplice.

La sua caratteristica principale è la spigolosità del suo profilo. Se cercate maneggevolezza e volete una moto più reattiva, avete trovato la gomma che fa per voi.
L’anteriore vi consente di arrivare alla corda velocissimamente, potete ritardare l’entrata in curva fino all’ultimo e poi buttarvi dentro senza il timore di finire larghi.
Non serve pennellare e raccordare, anzi, più precisi sarete e più volte vi ritroverete alla corda prima del previsto e sarete costretti a rialzare.

Tanta rapidità poi si paga con una guida complessivamente più sporca e di conseguenza questo comportamento infonde meno fiducia rispetto all’Angel GT.

I RoadSmart 3 mi hanno sempre trasmesso un grip eccellente, specialmente in percorrenza di curva sono davvero impeccabili. Di assoluto rilievo anche il comportamento sul bagnato.

Ma non siamo sempre in piega e sul dritto il RoadSmart 3 è rigido, tanto rigido. Eh si eccoci alla nota dolente, il principale difetto di questa gomma è la sua rigidità e di conseguenza il comfort.
Non eccellente ma accettabile fino a 6500 Km, oltre c’è stato un lento peggioramento. Il battistrada ancora ben lontano dal minimo, sembrava marmorizzato, non si consumava mai. Oltre gli 8000 Km la situazione è degenerata, un’agonia, e a 9000 Km li ho sostituiti nonostante il battistrada permettesse almeno altri 1000 Km.

In sintesi il Dunlop RoadSmart 3 ha da un lato grandi doti di grip e feeling in piega, dall’altro è l’opposto sul dritto e nel comfort di viaggio.


Ero curioso di provare una Marca che non avevo mai montato prima, Continental. Nelle prove delle riviste specializzate il RoadAttack 3 sì è allineato al Pirelli Angel GT, quindi le mie aspettative erano alte.

Queste gomme hanno una tecnologia denominata “Traction skin”, ovvero sono già decerate, pronte all’uso. Un po’ di rodaggio (una 50ina di km) serve lo stesso ma il primo contatto è stato molto positivo.
Il loro punto forte è il comfort di marcia, sembra di stare sul velluto, assorbono molto bene le asperità dell’asfalto con buona pace per le sospensioni.
Dove Pirelli e specialmente Dunlop soffrono, Continental eccelle. 

In ingresso curva sono un filo meno intuitive rispetto ai Pirelli ma c’è tanta scorrevolezza che permette una guida pulita, fluida e molto naturale.

Quando si spinge, sempre per via della carcassa meno rigida, i RoadAttack 3 mi piacciono tantissimo, si piega che è un piacere, tanto per darvi l’idea sono le uniche che sulla spalla hanno fatto i “riccioli”. 

Da rilevare anche un miglioramento in frenata dove la sensazione è di maggiore impronta, tuttavia c’è un leggerissimo effetto di stand up.

Al momento dopo 2000 km, questa sembra la scelta più azzeccata, i RoadAttack 3 sono i pneumatici che, per il mio stile di guida, assecondano meglio le caratteristiche della CrossRunner, mi manca ancora il test sul bagnato e la definizione del chilometraggio.

Stay tuned 👍